TREKKING ITALIANI


dal 20 al 25 ottobre 2020

VIA DEGLI DEI DA BOLOGNA A FIRENZE

 

La via degli Dei è uno straordinario percorso escursionistico che collega le città di Bologna e Firenze, passando tra i più suggestivi paesaggi dell'Appennino Tosco-Emiliano. L'itinerario di circa 130 km ripercorre un'antica viabilità storica utilizzata fin da epoche romane per unire le due città.

 


TREKKING A RICHIESTA

GIRO DEL CONFINALE E DEI GHIACCIAI DELLA VALFURVA

 

Un trekking suggestivo nel cuore del Parco nazionale dello Stelvio con vedute di incomparabile bellezza su vette maestose e ghiacciai scintillanti del gruppo dell'Ortles-Cevedale. Cammineremo immersi nella natura incontaminata delle alte vette, dove, potremo udire il fischio delle marmotte, osservare l'aquila e il gipeto librarsi libere nei cieli e incontrare gli stambecchi.

Difficoltà: impegnativo per escursionisti esperti (EE).



VIA DEGLI DEI (BO-FI)

TREKKING A RICHIESTA

 

L'itinerario della Via degli Dei unisce in circa 130 km Bologna a Firenze, ripercorrendo un'antica viabilità storica utilizzata fin da epoche romane per unire la città di Felsina (Bologna) con Fiesole (Firenze). Ribattezzata “Flaminia Militare”, è caratteristica per i selciati di origine romana che troviamo in diversi tratti del percorso. Si parte da Piazza Maggiore per salire a San Luca per poi seguire il lungo Reno fino a Sasso Marconi e qui ci si inerpica per quel paesaggio unico che è il Contrafforte Pliocenico. Infine si giunge a Firenze con una spettacolare vista dall'alto da Fiesole.

lungo antiche strade, sentieri e mulattiere percorsi dai viandanti sin da epoca romana.

Difficoltà: medio per escursionisti (E).


ALTA VIA DELLA VALMALENCO (So) 

TREKKING A RICHIESTA

 

L'Alta Via della Valmalenco è un percorso escursionistico in quota costituito da 8 tappe per circa 110 km. Si tratta sicuramente di uno dei percorsi più suggestivi per conoscere e ammirare le montagne della Valmalenco. Il trekking proposto prevede 7 tappe. A partire dalla seconda tappa, l'Alta Via della Valmalenco si mantiene quasi sempre sopra i 2000 m di altitudine e offre alcuni dei punti panoramici più caratteristici della valle. Nel meraviglioso panorama tra pascoli, alpeggi, laghi, boschi, cave e valichi ammireremo la conca di Chiareggio, il lago Palù, il vallone di Scerscen, le dighe di Campo Moro e Campo Gera soprattutto i maestosi ghiacciai del Disgrazia, del Bernina e dello Scalino. L'Alta Via richiede un discreto sforzo fisico e una discreta preparazione. Un minimo di allenamento è consigliato per le tappe più impegnative. In caso di maltempo è possibile prevedere soluzioni alternative al percorso proposto per giungere sempre al rifugio programmato ma con soluzione meno impegnativa e meno rischiosa di quella prevista nel programma.

 Difficoltà: impegnativo per escursionisti esperti (EE)