TREKKING ITALIANI


PARCO NAZIONALE STELVIO EXPERIENCE

GIRO DEL CONFINALE E DEI GHIACCIAI DELLA VALFURVA

luglio e agosto 2022

 

Un trekking suggestivo nel cuore del Parco nazionale dello Stelvio con vedute di incomparabile bellezza su vette maestose e ghiacciai scintillanti del gruppo dell'Ortles-Cevedale. Cammineremo immersi nella natura incontaminata delle alte vette, dove, potremo udire il fischio delle marmotte, osservare l'aquila e il gipeto librarsi libere nei cieli e incontrare gli stambecchi.

Difficoltà: impegnativo per escursionisti esperti (EE). 

E’ consigliabile prenotare in anticipo per essere sicuri di trovare posto nei rifugi

Specifica nella mail a quale trekking sei intressato/a


SELVAGGIO BLU

Il trekking più bello d'Europa

Quando

   aprile/maggio/settembre 2022

Se lungo il cammino può essere difficoltoso trovare acqua o luoghi di ristoro, le località sul lago offrono ogni tipo di servizi, e sono in genere ben collegate con la ferrovia.  Il trekking più difficile d'Italia, oltre le tue aspettative, in una natura veramente selvaggia sulle scogliere a picco sul mare della Sardegna, sicuramente uno dei più belli al mondo. Selvaggio Blu è un manifesto ed un inno alla natura. Un monumento a quella Sardegna del mare e della terra, degli antichi sapori e dei boschi mediterranei che tutti sogniamo.

 

Il programma se confermato verrà effettuato con

Backpacker Adventure S.r.l.

Tour Operator e Agenzia Viaggi

 

Specifica nella mail a quale trekking sei intressato/a


TREKKING TRAVERSATA DEL GOLFO DI OROSEI E DEL SUPRAMONTE

Quando

   aprile/maggio/settembre 2022

 

La traversata del Golfo di Orosei offre la possibilità di conoscere il tratto più selvaggio della costa orientale sarda, lungo circa 50 km, del tutto incontaminato. I primi quattro giorni saranno dedicati alla traversata da Pedra Longa a Cala Gonone lungo un percorso più semplice del classico Selvaggio Blu, ma con cui ha in comune l’inizio e la fine, in quanto percorre itinerari nell’immediato entroterra del Golgo e la Codula di Sisine. I restanti giorni saranno invece dedicati alla visita del Supramonte di Oliena con la salita al Monte Corrasi, al villaggio nuragico di Tiscali e alla Gola di Gorropu. Il percorso del nostro trekking prevede alcune tappe lunghe ed è pertanto riservato ad escursionisti discretamente allenati.

 INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

nicola.dispoto@gmail.com

Specifica nella mail a quale trekking sei intressato/a


VIA DEGLI DEI (BO-FI)

TREKKING A RICHIESTA

 

L'itinerario della Via degli Dei unisce in circa 130 km Bologna a Firenze, ripercorrendo un'antica viabilità storica utilizzata fin da epoche romane per unire la città di Felsina (Bologna) con Fiesole (Firenze). Ribattezzata “Flaminia Militare”, è caratteristica per i selciati di origine romana che troviamo in diversi tratti del percorso. Si parte da Piazza Maggiore per salire a San Luca per poi seguire il lungo Reno fino a Sasso Marconi e qui ci si inerpica per quel paesaggio unico che è il Contrafforte Pliocenico. Infine si giunge a Firenze con una spettacolare vista dall'alto da Fiesole.

lungo antiche strade, sentieri e mulattiere percorsi dai viandanti sin da epoca romana.

Difficoltà: medio per escursionisti (E).

E’ consigliabile prenotare in anticipo per essere sicuri di trovare posto nelle strutture

Specifica nella mail a quale trekking sei intressato/a


ALTA VIA DELLA VALMALENCO (So) 

TREKKING A RICHIESTA

 

L'Alta Via della Valmalenco è un percorso escursionistico in quota costituito da 8 tappe per circa 110 km. Si tratta sicuramente di uno dei percorsi più suggestivi per conoscere e ammirare le montagne della Valmalenco. Il trekking proposto prevede 7 tappe. A partire dalla seconda tappa, l'Alta Via della Valmalenco si mantiene quasi sempre sopra i 2000 m di altitudine e offre alcuni dei punti panoramici più caratteristici della valle. Nel meraviglioso panorama tra pascoli, alpeggi, laghi, boschi, cave e valichi ammireremo la conca di Chiareggio, il lago Palù, il vallone di Scerscen, le dighe di Campo Moro e Campo Gera soprattutto i maestosi ghiacciai del Disgrazia, del Bernina e dello Scalino. L'Alta Via richiede un discreto sforzo fisico e una discreta preparazione. Un minimo di allenamento è consigliato per le tappe più impegnative. In caso di maltempo è possibile prevedere soluzioni alternative al percorso proposto per giungere sempre al rifugio programmato ma con soluzione meno impegnativa e meno rischiosa di quella prevista nel programma.

 Difficoltà: impegnativo per escursionisti esperti (EE)

E’ consigliabile prenotare in anticipo per essere sicuri di trovare posto nei rifugi

 

Specifica nella mail a quale trekking sei intressato/a