Marzo 2018

10 marzo 2018 Piz Grevasalvas

"Il balcone dell'Engadina"

Insieme all'amico e collega Simone Guidetti di Kailas ecco questa interessante proposta per una ciaspolata in Engadina che ci regalerà panorami incantevoli sul lago e sulle vette del gruppo del Bernina, della Val Bregaglia e sulle pareti nord del Pizzo Badile e del Cengalo.

Il Piz Grevasalvas, alto poco meno di tremila metri, è una cima abbastanza impegnativa e richiede un’ascesa lunga. Da Plaun da Lej raggiungeremo il fiabesco villaggio di Grevasalvas, luogo dell’ambientazione della favola di Heidi.

 

Il villaggio è posto su una bellissima terrazza sulla quale incombe il Piz Lagrev. Oltre il villaggio godremo di una vista incantevole con le case ricoperte di neve, i dolci pendii, il lago ghiacciato e le cime che chiudono la vallata a sud. Proseguendo su pendii anche ripidi raggiungeremo il Lej Nair oltre il quale si affronta un canale che porta a un colletto. Da qui risalendo l’ampio pendio innevato si giunge infine sulla cima (2932 m), la vista spazia sul gruppo del Pizzo Bernina, sul Monte Disgrazia e sulle pareti nord del Pizzo Badile e del Pizzo Cengalo ripagando così della faticosa salita. L’itinerario di discesa ripercorre lo stesso percorso di salita.

 


LOCALITA’: Sfazù, 1600 mt Canton Grigioni (Svizzera).

QUOTA MASSIMA: 2.932 m s.l.m.

DISLIVELLO: 1.150 m ↑ -  1.150 m ↓ circa.

DIFFICOLTA’: WT3 escursione di media difficoltà su terreno innevato con racchette da neve.

DURATA ESCURSIONE: 6.00 ore Tempi di effettivo cammino di un ciaspolatore medio.

PRANZO: al sacco. Possibilità di ristoro presso il Rifugio Saoseo.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 20

ATTREZZATURA: Zaino, normale dotazione da escursionismo invernale, scarponcini da trekking, ciaspole, bastoncini, ARTVA, pala e sonda (OGNI PARTECIPANTE DOVRA' ESSERE DOTATO OBBLIGATORIAMENTE DI ARTVA). Possibilità di noleggio ARTVA previo preavviso a € 5 al giorno.

MEZZO DI TRASPORTO: Auto private, spese di viaggio divise tra occupanti auto (conducente e guida esclusi).

ORARIO E LUOGO RITROVO:

Lissone - presso il parcheggio Decathlon  Viale Vallassina, 268, 20851 Lissone (MB) ore 7.00

Lecco - presso il parcheggio di Bione, uscita Lecco Bione, 23900 Lecco (LC) - ore 7.30

Plaun da Lej - h 9.30

Se i punti di incontro non ti vanno bene, contattami per vedere se è possibile concordare uno più agevole. Per maggiori informazioni scrivimi o contattami al 373 82 78 296

ATTENZIONE: se decidi di iscriverti solo il giorno prima rispetto alla data dell'uscita, per farlo è necessario telefonare direttamente. In caso di maltempo o a insindacabile giudizio della guida l'escursione potrà essere rinviata o annullata.

 

N:B: è necessario un documento d'identità valido per l'espatrio in Svizzera

 

 



11 marzo 2018 Anello di Monscera - Rifugio Gattascosa

"Magia della neve"

Bellissima itinerario per ciaspolare con partenza dall'Alpe San Bernardo in Val Bognanco a pochi km da Domodossola.  Paesaggi resi incantati dalle abbondanti nevicate di quest'anno.

Conosciuto come anello, del Monscera, è fattibile sia in senso orario che in senso antiorario, ha una lunghezza di circa 7 chilometri per un dislivello attorno ai 500 m. Il punto di partenza è la chiesa di san Bernardo, dove è facile e comodo parcheggiare, ma è possibile, in caso di copiose nevicate che la strada sia chiusa più a valle, in questo caso dovremo partire da Vercengio con un aumento del del percorso da effettuare con un dislivello finale di 300 mt circa.

Ricca di laghetti montani, la valle Bognanco, conosciuta anche come valle delle 100 cascate è veramente bella, meta anche di bellissime escursioni estive. Il nostro itinerario ci porterà ad attraversare la Piana di Ridorosso per giungere dapprima al Lago di Ragozza e successivamente al rifugio Gattascosa. Dopo una sosta ristoratrice ripartiremo per il Passo di Monscera.
Il paesaggio dal passo, con le cime del Sempione sarà fantastico e ci ripagherà degli sforzi effettuati. Dal Passo inizieremo la discesa verso valle, toccando prima il Lago di Monscera e poi il Rifugio Il Dosso, per giungere infine a San Bernardo.

 



LOCALITA’: San Bernardo (Vb).

QUOTA MASSIMA: 2.103 m s.l.m.

DISLIVELLO: 550/850 m ↑ -  550/850 m ↓ circa.

DIFFICOLTA’: WT2 escursione facile con racchette da neve.

DURATA ESCURSIONE: 4.00/5.00 ore, tempi di effettivo cammino di un ciaspolatore medio.

PRANZO: possibilità di pranzare, previo prenotazione presso il rifugio Gattascosa con polenta e vari tipi di carne, formaggi della valle, dolci fatti in rifugio e buon vino da accompagnare il pranzo.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 20

ATTREZZATURA: Zaino, normale dotazione da escursionismo invernale, scarponcini da trekking, ciaspole, bastoncini, ARTVA, pala e sonda (OGNI PARTECIPANTE DOVRA' ESSERE DOTATO OBBLIGATORIAMENTE DI ARTVA). Possibilità di noleggio ARTVA previo preavviso a € 5 al giorno.

MEZZO DI TRASPORTO: Auto private, spese di viaggio divise tra occupanti auto (conducente e guida esclusi).

ORARIO E LUOGO RITROVO:

Saronno - presso l'Autogrill uscita autostrada (Va) ore 6.30

Domodossola - Pasticceria Doria Di Antonio Doria, Via Antonio Gramsci, 13, 28845 Domodossola (VB) - h 8.00

Alpe San Bernardo - ore  9.00

 

 

Se i punti di incontro non ti vanno bene, contattami per vedere se è possibile concordare uno più agevole. Per maggiori informazioni scrivimi o contattami al 373 82 78 296

ATTENZIONE: se decidi di iscriverti solo il giorno prima rispetto alla data dell'uscita, per farlo è necessario telefonare direttamente.In caso di maltempo o a insindacabile giudizio della guida l'escursione potrà essere rinviata o annullata.

 



17 marzo 2018 Val di Campo - Rifugio Saoseo - Lago Saoseo


LOCALITA’: Sfazù - Canton Grigioni - (CH).

QUOTA MASSIMA: 2.066 m s.l.m.

DISLIVELLO: 500 m ↑ -  500 m ↓ circa.

DIFFICOLTA’: WT2 (Escursione con racchette).

DURATA ESCURSIONE: 5.30 ore Tempi di effettivo cammino di un ciaspolatore medio.

PRANZO: al sacco

ATTREZZATURA: Zaino, normale dotazione da escursionismo invernale, scarponcini da trekking, ciaspole, bastoncini, ARTVA, pala e sonda (OGNI PARTECIPANTE DOVRA' ESSERE DOTATO OBBLIGATORIAMENTE DI ARTVA)

MEZZO DI TRASPORTO: Auto private, spese di viaggio divise tra occupanti auto (guida esclusa).

ORARIO E LUOGO RITROVO:

Milano - Parcheggio capolinea MM3 Comasina ore 6.30
Chiavenna - presso il Bar Pasticceria Mastai ore 8.00

 

Se i punti di incontro non ti vanno bene, contattami per vedere se è possibile concordare uno più agevole. Per maggiori informazioni scrivimi o contattami al 373 82 78 296

ATTENZIONE: se decidi di iscriverti solo il giorno prima rispetto alla data dell'uscita, per farlo è necessario telefonare direttamente.In caso di maltempo o a insindacabile giudizio della guida l'escursione potrà essere rinviata o annullata.

 

N:B: è necessario un documento d'identità valido per l'espatrio in Svizzera

 

"Un angolo di Engadina nascosta"

Vero "paradiso della neve" nel cuore delle Alpi Retiche, la Val di Campo, laterale della Val Poschiavo sopra Tirano, offre il terreno ideale per lo sci escursionistico, lo scialpinismo e le escursioni con le ciaspole. Questa gita dagli ampi panorami si sviluppa su dolci pendii attraverso boschi di conifere, alternati a tratti di pascolo, toccando alcuni caratteristici alpeggi. L’escursione rientra tra le iniziative della Campagna NEVE DIVERSA di LEGAMBIENTE, che mira a promuovere un turismo dolce rispetto a forme più aggressive e dannose per l’ambiente montano invernale come eliski e motoslitte.

 

L'itinerario partirà dalla località di Sfazù (1600 m). Dopo l'iniziale salita lungo la pista, imboccheremo il sentiero all’altezza di Buril in direzione di Suracqua. In sequenza raggiungeremo diversi nuclei di rustici (così gli svizzeri chiamano le baite) a cominciare da Doss e Suracqua, per passare poi per Puntasell e Terzana. Passeremo poi dal Poz da Rugiul, raggiungeremo il Rifugio Saoseo ed infine il Lago Saoseo (2030 mt). Il rientro avverrà passando nuovamente presso il Rifugio Saoseo e poi lungo la pista che ci condurrà a Sfazù passando prima da Salina, successivamente da Salva Daint e Salva Dafora per giungere infine alle auto. Rientro a Milano verso le 20:00



Lascia che la pace della natura entri in te come i raggi del sole penetrano le fronde degli alberi. Lascia che i venti ti soffino dentro la loro freschezza e che i temporali ti carichino della loro energia. Allora le tue preoccupazioni cadranno come foglie d'autunno.
(John Muir)