Ciaspolate giornaliere


Regala una ciaspolata oppure un'escursione con Trekkingalp

 

Un'idea per un regalo originale. Oggi puoi farlo con Trekkingalp, puoi donare un'escursione con o senza le ciaspole. Consulta il calendario, scegli quella che più ti piace, invia una mail a nicola.dispoto@gmail.com mettendo nell'oggetto: regalo ciaspolata. Nel corpo del testo specifica: data, località della ciaspolata, numero persone a cui regali l'escursione.



Sabato 14 aprile 2019

ALPE CHAMPLONG IN VALTOURNANCHE da la Magdeilene (Ao)

 

In virtù delle recenti nevicate, in via del tutto straordinaria ecco un'ultimissima ciaspolata!

 

Bella escursione ad anello con le ciaspole, in una delle località alpine inserite nella "Alpine Pearls" (Chamois-La Magdaleine), al cospetto del magnifico Cervino. L'itinerario attraverserà boschi di conifere, toccando splendidi alpeggi e laghetti con magnifici panorami.

 

Guida: Accompagnatore di media Montagna e International Mountain Leader-UIMLA Nicola Dispoto.
Partenza: sabato 13 aprile 2019.
Luogo ritrovo: presso parcheggio centro commerciale Brianza-Carrefour di Paderno Dugnano, lungo la superstrada Milano-Meda coordinate google maps https://goo.gl/maps/h1Voh8t4jTs. Se i punti di incontro non ti vanno bene, contattami per vedere se è possibile concordare uno più agevole. Rientro previsto per le ore 19.00 circa.
Quota partecipazione:
Comprende: € 20 comprensivi di accompagnamento guida IML-UIMLA Nicola Dispoto, assicurazione RC guida.
Non comprende: spese di viaggio da dividere tra gli equipaggi delle auto (esclusa la guida), pranzo al sacco, tutto ciò che non è espressamente menzionato.
Difficoltà escursionistiche: livello E su percorso escursionistico medio (WT1).
Dislivello: ↑ 650 m circa – ↓ 650 m circa.
Durata escursione: ore 5.30 circa, soste escluse.
Sviluppo: 12 km circa.
Tipologia: escursione naturalistica con ciaspole su terreno innevato.
Altezza min/max: 1786 mt circa min / 2347 mt circa.
Località: La Magdailene (Ao).
Mezzo di trasporto: auto private.
Prenotazione: nicola.dispoto@gmail.com oppure tramite cellulare/WhatsApp al +39 373 827 8296
Attrezzatura: normale dotazione da escursionismo invernale, comprensivo di zaino, scarponcini invernali, ciaspole, bastoncini telescopici, set ARTVA-pala-sonda (OGNI PARTECIPANTE DOVRA' ESSERE DOTATO OBBLIGATORIAMENTE DI ARTVA). Parte del materiale potrà essere noleggiato su richiesta (€ 5 al giorno per il kit ARTVA-pala-sonda e € 5 per le ciaspole previo preavviso entro le 48 ore prima del giorno dell’escursione).
Norme di partecipazione: il numero massimo dei partecipanti è fissato a 15, l'attività verrà svolta solamente al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Escursione non consigliabile ai minori di anni 14. I minori dovranno essere tassativamente accompagnati. Il programma potrebbe subire delle variazioni in base alle condizioni meteorologiche, di sicurezza e a seconda delle capacità soggettive dei partecipanti, a discrezione della guida. Se un partecipante non dovesse essere nelle condizioni fisiche e tecniche adatte all’escursione, la guida potrà suggerire allo stesso di fermarsi alla base di partenza. I metri di dislivello e i tempi dell’escursione sono indicativi e dipendono dalle capacità del gruppo. Il tempo indicato per le escursioni è considerato come tempo effettivo di cammino. La guida è a disposizione per ulteriori informazioni su: itinerario, difficoltà, attrezzature, ecc.
Iscrizioni: il termine delle iscrizioni è fissato per giovedì 11 aprile 2019, ci si prenota attraverso l’invio di una mail che ha valore legale di contratto a nicola.dispoto@gmail.com, la disdetta se data entro le 48 ore precedenti l'uscita comporta comunque il pagamento dell'intera quota. ATTENZIONE: se decidi di iscriverti solo il giorno prima rispetto alla data dell'uscita, per farlo è necessario telefonare al alla guida in quanto non sarà valida l'iscrizione via mail. Le norme di partecipazione complete le trovi qui:

https://www.trekkingalp.com/norme-di-partecipazione/

 

* Le escursioni con le racchette da neve (ciaspole), svolte in Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, saranno escursioni di tipo naturalistico e condotte ai sensi della Legge 4/2013



Piz Grevasalvas

"Il balcone dell'Engadina"

Insieme all'amico e collega Simone Guidetti di Kailas ecco questa interessante proposta per una ciaspolata in Engadina che ci regalerà panorami incantevoli sul lago e sulle vette del gruppo del Bernina, della Val Bregaglia e sulle pareti nord del Pizzo Badile e del Cengalo.

Il Piz Grevasalvas, alto poco meno di tremila metri, è una cima abbastanza impegnativa e richiede un’ascesa lunga. Da Plaun da Lej raggiungeremo il fiabesco villaggio di Grevasalvas, luogo dell’ambientazione della favola di Heidi.

 

Il villaggio è posto su una bellissima terrazza sulla quale incombe il Piz Lagrev. Oltre il villaggio godremo di una vista incantevole con le case ricoperte di neve, i dolci pendii, il lago ghiacciato e le cime che chiudono la vallata a sud. Proseguendo su pendii anche ripidi raggiungeremo il Lej Nair oltre il quale si affronta un canale che porta a un colletto. Da qui risalendo l’ampio pendio innevato si giunge infine sulla cima (2932 m), la vista spazia sul gruppo del Pizzo Bernina, sul Monte Disgrazia e sulle pareti nord del Pizzo Badile e del Pizzo Cengalo ripagando così della faticosa salita. L’itinerario di discesa ripercorre lo stesso percorso di salita.

 

 

Al momento questa ciaspolata non è presente in calendario, è possibile però richiederla.

 

 



Rifugio Saoseo e Lago Saoseo

"Un angolo di Engadina nascosta"

Vero "paradiso della neve" nel cuore delle Alpi Retiche, la Val di Campo, laterale della Val Poschiavo sopra Tirano, offre il terreno ideale per lo sci escursionistico, lo scialpinismo e le escursioni con le ciaspole. Questa gita dagli ampi panorami si sviluppa su dolci pendii attraverso boschi di conifere, alternati a tratti di pascolo, toccando alcuni caratteristici alpeggi. L’escursione rientra tra le iniziative della Campagna NEVE DIVERSA di LEGAMBIENTE, che mira a promuovere un turismo dolce rispetto a forme più aggressive e dannose per l’ambiente montano invernale come eliski e motoslitte.

 

L'itinerario parte dalla località di Sfazù (1600 m). Dopo l'iniziale salita lungo la pista, s'imbocca il sentiero all’altezza di Buril in direzione di Suracqua. In sequenza si raggiungono diversi nuclei di rustici (così gli svizzeri chiamano le baite) a cominciare da Doss e Suracqua, per passare poi per Puntasell e Terzana. Si passa poi dal Poz da Rugiul, raggiungendo il Rifugio Saoseo ed infine il Lago Saoseo (2030 mt). Il rientro avviene passando nuovamente presso il Rifugio Saoseo e poi lungo la pista che conduce a Sfazù passando prima da Salina, successivamente da Salva Daint e Salva Dafora per giungere infine alle auto.

Al momento questa ciaspolata non è presente in calendario, è possibile però richiederla.




Lascia che la pace della natura entri in te come i raggi del sole penetrano le fronde degli alberi. Lascia che i venti ti soffino dentro la loro freschezza e che i temporali ti carichino della loro energia. Allora le tue preoccupazioni cadranno come foglie d'autunno.
(John Muir)